Oltre ogni più rosea aspettativa: il bilancio finale della 58esima edizione della Fiera dell’Artigianato artistico della Sardegna parla di circa 13mila presenze, ben quattromila in più rispetto al 2018. Un risultato eccellente che premia la qualità dei manufatti esposti a Mogoro dal 27 luglio all’1 settembre.

DATI UFFICIALI. Sono esattamente 12.322 i biglietti staccati quest’anno, per un incasso di 28.420 euro. A loro si aggiungono i 550 visitatori del giorno dell’inaugurazione (che si è tenuta il 26 luglio scorso). Nel totale sono comprese le 330 persone che hanno acquistato i biglietti integrati per recarsi al sito archeologico di Cuccurada, i quali hanno apprezzato l’abbinamento della proposta culturale.

L’afflusso medio è stato di 350 visitatori al giorno. La punta massima è stata raggiunta domenica scorsa, in occasione della chiusura: ben 1.100 presenze. Sono stati venduti manufatti per complessivi 228.187 euro di fatturato: il 1° settembre le vendite hanno superato i 20mila euro, di cui seimila nel solo settore orafo.

IL SINDACO. “Credo che questo straordinario risultato – commenta il primo cittadino Sandro Broccia – sia attribuibile sostanzialmente a due cose: da una parte all’aver puntato alle eccellenze degli artigiani sardi, dall’altra a una seria programmazione che ogni anno è stata avviata poco dopo la chiusura dell’edizione precedente. Non credo che ci siano molti luoghi in Sardegna dove, in sei settimane, si riescano a contare tanti ingressi in un centro espositivo. La nostra Giunta, quando si era insediata dieci anni fa, aveva preso in mano una Fiera con 2.623 visitatori. Noi ci siamo affidati ai professionisti per compiere un deciso salto di qualità. Ci sono tutte le condizioni perché, nei prossimi anni, si riesca addirittura a fare meglio”.

L’ASSESSORA. “Per noi, inutile negarlo, è motivo di grande soddisfazione”, è il commento dell’assessora comunale dell’Artigianato, Luisa Broccia. “Il successo di quest’anno crea aspettative per il futuro e richiederà maggiore impegno per migliorare il percorso intrapreso. Alla prossima Amministrazione faccio l’augurio di saper valorizzare al massimo questa manifestazione e di crederci con grande passione: questa Fiera merita tutte le attenzioni di chi è chiamato a gestire il Comune di Mogoro”.