Domenico Cubeddu Ceramiche Artistiche

Dopo aver fatto l’istituto d’arte, il grande amore per la ceramica non mi ha mai abbandonato. Nonostante facessi altri lavori, continuavo così un lavoro di ricerca che, con il confronto e lo scambio con altri ceramisti, mi ha portato a creare una mia identità e una linea di prodotti. Nel 2000 ho così aperto la mia bottega.

I miei lavori sono frutto di un percorso in cui esploro la quotidianità delle strade del mio paese e i ricordi di infanzia. Da questi prendono vita i “balentes”, i pastori che incontravo da bambino, ognuno con una postura ed una personalità che li rende unici.

La curiosità per le origini della mia terra animano da sempre le mie creazioni. Nascono così gli animali che popolano i nostri territori, caratterizzati sempre da minuziosi dettagli frutto di una ricerca archeologica e storica, e le dee madri, omaggio al grande artista  Costantino Nivola.

La tecnica che utilizzo maggiormente è quella della terra refrattaria, che dipingo poi con colori che realizzo io stesso.

 

 

Domenico Cubeddu Ceramiche Artistiche

(English Version)

From the moment I graduated from Art school, my love for ceramics has never abandoned me. Even though I did other jobs, I kept researching, facing and exchanging with other ceramists. Those experiences shaped my identity and made me create my line of products. Therefore, in 2000 I started my own business.

My products are the result of a path, where I explore the everyday life of my village streets and my childhood memories. All those things give birth to balentes, the shepherds I met when I was a child: each one of them with its own posture and attitude, in other words unique.

Curiosity about my land’s roots has always animate my products. In this way, animals from our territory come out, always meticulously detailed and result of an archaeological and historical research. I also realise Mother Goddesses to pay homage to the great artist Costantino Nivola.

The material I mainly use is refractory clay, which I paint myself with self-made dyes.