I Cocci di Giuliana Collu

I Cocci di Giuliana Collu

I Cocci di Giuliana Collu

Video Trailer
Video Completo con intervista

I Cocci di Giuliana Collu

Sono originaria di Assemini, fucina sarda di importanti vasai e ceramisti. Ho calcato i primi passi nel regno della creta da bambina, osservando incuriosita i miei zii, provetti vasai.

Il mio percorso di formazione professionale è stato quasi classico: ho frequentato diversi corsi di ceramica regionali e nazionali, dove ho approfondito le conoscenze delle varie tecniche, e alcuni laboratori di Archeologia Sperimentale, che hanno arricchito ancora di più le mie competenze sulla materia.

Fra le tante esperienze che ho maturato c’è stata in particolare una collaborazione con un’artista giapponese con la quale sono riuscita a comunicare oltre la barriera del linguaggio.

Le mie opere sono eseguite interamente a mano, realizzate con argille e smalti di svariate cromie. All’inizio del mio percorso le forme, i simboli e le decorazioni si ispiravano a periodi protostorici isolani, ora gli scambi e i reciproci insegnamenti con artisti di altre culture fanno emergere nelle mie opere un’arte di respiro più ampio.

 

Indirizzo e contatti

Via Gobetti 1

Selargius

giulianacollu@yahoo.it

+39 070 853068

Visita laboratorio su appuntamento

(English version)

I am originally from Assemini, land of important potters and ceramists. I took my first steps in the clay world when I was a child, intrigued by the work of my uncles, who were skillful potters.

My education is rather classic: I attended several pottery classes, both on regional and national scale, in which I deepened my knowledge on many techniques. I also attended some workshops of experimental archeology, thanks to which I developed my expertise. Among my many experiences, it is worth mentioning a collaboration with a japanese artist, with whom I could communicate beyond language.

My works are entirely handmade, realised with clays and glazes of many colours. In the beginning, shapes, symbols and decorations I used, were inspired by Sardinian protohistoric period, but now, due to the mutual exchange and teaching with artists coming from other cultures, in my work lies a broader view.